Close
da-grandi-pop
Agosto 4, 2020
MarketingWeb

Growth marketing: definizione, benefici e critiche

growth marketing - grafici

Cos’è il Growth hacking ?

Il growth hacking, o growth marketing, sono tattiche di marketing digitale convenienti in termini di risorse per far crescere sitiweb, mantenere una base di utenti attivi, vendere prodotti e guadagnare visibilità.

Il growth hacking, di solito, è associato alle start-up, poiché non sono necessari grandi investimenti ma allo stesso tempo si vuole ottenere risultati in tempi brevi. Tuttavia, è un concetto scalabile applicabile a qualsiasi business online che voglia crescere e il mantenere gli utenti attivi.

 

La differenza tra growth hacking e marketing tradizionale

Molte persone pensano erroneamente che il growth hacking e il marketing siano la stessa cosa.

Il growth hacking ha lo stesso obiettivo del marketing ovvero l’acquisizione di clienti o incoraggiare le persone ad utilizzare un particolare prodotto o servizio. La differenza è che il growth hacking non implica l’impiego di ingenti budget a cui, invece, hanno accesso le aziende più grandi.

In genere, il growth hacking combina marketing, ottimizzazione e know-how di sviluppo per realizzare un marketing automatizzato con un budget ridotto. Ad esempio, e-mail di notifica automatizzate, homepages guidate dall’iscrizione, o l’ottimizzazione dell’inserimento di nuovi clienti.

growth marketing - computer

Vantaggi del growth hacking

  • ROI dimostrabile – Si può facilmente vedere quali strategie di growth hacking stanno funzionando meglio, con l’utilizzo di dati  e tracciando accuratamente le prestazioni di un hacker.
  • Basso costo – Il growth hacking utilizza qualsiasi investimento economico possibile. Come per esempio, garantire che le landing page ottengano un elevato posizionamento nei motori di ricerca per parole chiave importanti. Oppure la scrittura di contenuti di impatto come i casi di studio e la condivisione di contenuti su canali chiave dei social media è una tattica eccellente.
  • Poche risorse – I growth hacking sono spesso sviluppati e implementati da una sola persona del prodotto o da un team di ingegneri e non richiedono l’intervento di un intero team.

 

Critiche al growth marketing

Negli ultimi anni, la pratica del growth hacking è stata piuttosto criticata. Alcuni credono vi è una estrema concentrazione su hacker veloci e scorciatoie piuttosto che sullo sviluppo di una strategia di marketing approfondita. Altri sostengono che il growth hacking è solo un marketing tradizionale a cui è stato dato un nome nuovo e fantasioso.

Per questo motivo, alcuni professionisti hanno iniziato a chiamarsi “growth marketers” per prendere le distanze da connotazioni negative del termine “hacking“.

 

Perché il growth marketing è così importante?

La maggior parte delle startup di grande successo, per ottenere la crescita sorprendente che hanno avuto, si sono affidate al growth hacking durante la fase di crescita.

I growth hacker sono spesso indicati come marketer a forma di T poichè hanno una vasta gamma di conoscenze in diverse discipline. Essi si affidano alle intuizioni di prodotto, design, tecnologia, dati, contenuti e analisi per trovare modi ingegnosi per raggiungere una crescita sostenibile e spesso incredibile. Anche se la creatività e la capacità di impiegare un idea originale è ciò che determina il successo di un growth hacker, il growth hacking un processo strategico che, se applicato correttamente, può aiutare a risolvere i problemi che ostacolano la crescita di qualsiasi azienda.

 

Esempi di growth hacking

Ecco alcuni esempi di growth hacker che sono riusciti a generare risultati sorprendenti per le aziende top tech:

  • Hotmail – ‘Ricevi la tua email gratuita su Hotmail’ con un link alla pagina di registrazione aggiunto automaticamente alle firme degli utenti
  • LinkedIn – Approvazioni con un clic per le connessioni esistenti
  • YouTube – Rendere il più semplice possibile la condivisione dei video di YouTube sui propri siti, fornendo codici di incorporazione
  • Twitter – Email di notifica automatica
  • DropBox – Schema di ‘refer-a-friend’ incentivato per ottenere nuovi utenti
  • Airbnb – inserimento incrociato e gratuito di tutti i nuovi annunci su craigslist

Testare ciò che funziona e scartare ciò che non funziona è al centro di questi growth hacking di successo, e molti altri ancora. Solo attraverso un processo coerente di ipotizzare, testare e raffinare gli hack che guidano la crescita di un’azienda possono essere scoperti.

growth marketing - team business

 

 

Per scoprire altre novità e curiosità sul mondo del marketing continua a seguire il magazine di Buytron!

sviluppo app web roma centro

Translate »