Close
da-grandi-pop
Luglio 6, 2020
Social MediaWeb

La Generazione Z preferisce TikTok

la generazione z tiktok instagram

La nuova app dai video di breve durata sta guadagnando sempre più terreno nella Generazione Z

C’è il rischio che Instagram venga surclassato? Cos’ha TikTok di così innovativo?

TikTok ha conquistato il cuore dei consumatori della Generazione Z. Negli ultimi mesi, abbiamo assistito ad una crescita esplosiva di utenti in tutto il mondo. Oltre il 40% degli utenti TikTok ha un’età compresa tra i 16 e i 24 anni e il 90% di questi utenti usa l’app più di una volta al giorno. La storia di TikTok risale al settembre 2016, quando fu lanciato in Cina. È di proprietà di ByteDance, società con un valore stimato di 75 miliardi di dollari. Mentre in origine l’applicazione si rivolgeva solo al pubblico cinese, la sua rapida crescita ha stimolato l’espansione internazionale.

Si è diffusa tra gli utenti con il nome di TikTok un anno dopo il suo lancio iniziale. Il tasso di crescita per i top performer non ha eguali su questa piattaforma. Gli utenti riscontrano una possibilità tangibile di diventare virali, influencer. Dal punto di vista dei contenuti, è una piattaforma che permette a tutti di comunicare con modalità nuove e creative. I giovani utenti, e non solo, hanno preso in simpatia i video di danza, gli sketch, la musica e anche i video politici.

Tutti possono sentirsi a proprio agio creando ciò che vogliono creare. Inoltre è disponibile in 155 paesi e in 75 lingue. In questo modo gran parte della popolazione mondiale viene raggiunta. Durante il lockdown l’app ha riscontrato un notevole incremento, forse perché è stata in grado di regalare ai suoi utenti una leggerezza e una spensieratezza difficile da trovare altrimenti. In un momento di obbligata stasi, gli utenti hanno trovato conforto in video divertenti e dinamici.

la generazione z tiktok comunicazione

 

TikTok sta diventando una minaccia crescente per gli altri social, ma Instagram resta il migliore per la pubblicità

Sta diventando un competitor pericoloso non solo per l’esplosione di utenti in India (anche se al momento l’app è stata messa al bando dal governo indiano), USA e Cina, ma per il sopra citato target degli utenti. La Generazione Z, consumatori del futuro, sembra impazzire per TikTok. La brevità dei video e la dinamicità della comunicazione, sembrano avere sui ragazzi un appeal irresistibile. Le foto di instagram appaiono troppo statiche per gli utenti che gli preferiscono il competitor. La nuova app sembra incarnare le lezioni che Calvino reputava fondamentali per il nuovo millennio: leggerezza, rapidità, esattezza, visibilità, molteplicità.

L’utente giovane si ritrova, nei pochi secondi di un video di TikTok, molte volte con un effetto sorpresa, più che in lunghi video su IGTV. Le chiavi di volta per catturare la concentrazione delle nuove generazioni sembrano essere proprio la rapidità e la poca attenzione richiesta dal video. Instagram è però ancora padrona per quanto riguarda la pubblicità e le collaborazioni. Infatti ci sono degli svantaggi notevoli da tenere in considerazione nell’utilizzo di TikTok nell’ambito pubblicitario, essendo il raggiungimento dei destinatari difficilmente prevedibile. Quando si investe su di un Instagram influencer invece, si ha un’idea precisa e facilmente calcolabile del raggio d’azione. Dato che TikTok si basa sulla scoperta di contenuti e intrattenimento, più che su un life-style, questa prevedibilità viene meno.

la generazione z tik tok social video

 

Quindi la ragione principale per credere nel brillante futuro di TikTok è proprio la forza trainante della Generazione Z, che quest’anno ricopre il 40% di tutti i consumatori americani. Importante tener presente che l’ingente numero di download dell’app, non rende TikTok più grande di Instagram, che continua anch’essa a crescere . Probabilmente Instagram è ancora in testa, ma con un margine molto limitato.

 

TikTok ha un aspetto controverso

TikTok ha un aspetto fondamentale a cui fare attenzione. Si sospetta che l’app abbia legami poco chiari con il governo cinese, per quanto riguarda le interferenza con i dati degli utenti e la gestione dei contenuti della piattaforma. Questo ha spinto i legislatori statunitensi ad avviare un’indagine ufficiale per capire come TikTok gestisce e memorizza i dati degli utenti. Ma questa non è la prima volta che TikTok si trova ad affrontare accuse sulla privacy.

Nel febbraio 2019, Federal Trade Commission ha costretto l’applicazione a pagare una multa di 5,7 milioni di dollari per la raccolta illegale di dati personali di minori di 13 anni. Tuttavia, è altamente improbabile che questi scandali allontanino una percentuale significativa di utenti da TikTok. Anche se la Generazione Z è ben consapevole dei potenziali rischi.

Nonostante le polemiche, TikTok è certamente un degno avversario di Instagram, che sta cercando di recuperare terreno. Solo il tempo ci dirà se ci riuscirà o meno.

 

Per saperne di più sulle nuove tendenze social, sul digital e sul marketing, visitate il nostro blog!

sviluppo app web roma centro

 

 

Translate »