I 3 maggiori errori commessi su Twitter e LinkedIn

Anche se i social media non sono nuovi alle strategie di marketing, un sacco di marketer commettono qualche errore. Certo, queste persone sanno come mettere insieme un tweet o programmare un aggiornamento di stato, ma vengono sopraffatti quando cercano di navigare tra le “regole” non scritte di queste piattaforme per avere successo. E quando vengono sopraffatti, si lasciano andare – proprio come tutti noi quando stiamo imparando qualcosa di nuovo.

Ma con un po’ di know-how, questi errori comuni possono essere evitati, e quindi i marketer possono essere sulla buona strada per costruire relazioni con i loro seguaci e clienti sui social media. Nel caso in cui sei uno di questi marketer o vuoi solo sapere cosa non fare su Twitter e LinkedIn – continua a leggere. Ti guideremo attraverso tre degli errori più comuni che troviamo su queste piattaforme e ti forniremo consigli per evitarli.

Errore nell'agire

Errore dei contenuti sui gruppi di LinkedIn

Sono sicuro che ti sia successo ad almeno un evento di networking. Stai uscendo, ti diverti e chiacchieri con molte persone su cose interessanti. All’improvviso, un tizio continua a fare capolino nelle tue conversazioni per condividere fatti casuali che potrebbero avere qualcosa a che fare con l’evento generale, ma, in realtà, non con la conversazione che stai facendo. Senti che questa persona vuole solo ostentare una sua idea, ma chiaramente non sta ascoltando una parola di quello che stai dicendo – non il tipo che speravi di incontrare in un evento come questo.

Questo è ciò che accade spesso nei gruppi di LinkedIn. Sono forum di discussione in cui persone con idee simili discutono problemi comuni e, se utilizzati correttamente, offrono un’enorme opportunità per i professionisti del marketing. Sfortunatamente, i marketer invadono spesso questi gruppi con informazioni irrilevanti e spam.

Sarebbe meglio unirsi alle conversazioni esistenti, non solo avviarne di nuove. Vuoi esser parte del gruppo piuttosto che essere il ragazzo dell’evento, che si vuole mettere in mostra conoscenza senza che nessuno lo voglia veramente sntire. Inoltre, non tutte le risposte che lasci in una discussione devono essere un link al tuo sito.

Ricorda, se ti capita di essere troppo in modalità vendita, non stai aggiungendo alla conversazione e verrai visto come spam. Potresti anche essere buttato fuori dal gruppo.

Invio di inviti di LinkedIn generici

Nella vita reale, non puoi immaginare che qualcuno ti si presenti e taccia immediatamente. Di solito, dopo aver scambiato nomi e convenevoli, devi dire il motivo per cui ti sei avvicinato a qualcuno. Forse l’altra persona vuole parlare di affari. Forse erano annoiati dall’altra parte della stanza e sembrava che ti ti stessi divertendo di più. Indipendentemente da ciò, hai ancora un momento nella conversazione in cui puoi spiegare il perché.

Quindi perché i marketer commettono l’errore di dire il motivo per cui invitano altri a connettersi su LinkedIn? Sono sicuro che ti sia successo – il generico “Mi piacerebbe aggiungerti alla mia rete professionale” non ti dice nulla su chi sia la persona e sul perché volesse connettersi con te. Inviare a qualcuno che non ti conosce il messaggio standard di connessione di LinkedIn è imbarazzante tanto quanto presentarsi ad un evento di networking e poi non dire una parola.

Invece, fai sapere alla gente perché vuoi essere connesso con loro. Stai cercando nuovi talenti per entrare nel tuo team? Vuoi esplorare possibili partnership di co-marketing con loro? Sei rimasto colpito dal loro ultimo post sul blog? Dì loro semplicemente perché vuoi connetterti con loro – apprezzeranno la tua onestà a riguardo.

Errore su Twitter

 

Una delle cose fastidiose che succedono durante un cocktail è trovarsi a parlare con qualcuno che interrompe mentre parli. Arrivano da te, inizi a chattare e all’improvviso ti ritrovi completamente in silenzio mentre  parlano sopra te. In realtà, potrebbero gridare senza alcun riguardo per quello che hai da dire. Non so voi, ma se fossi in una situazione del genere, li ignorerei o me ne andrei.

Lo vedo accadere spesso su Twitter. I marketer mettero i loro messaggi là fuori senza alcuna considerazione reale per i loro seguaci. Gridano ciò che pensano sia importante e non ascoltano né interagiscono con gli altri.

Invece, lasciati coinvolgere nelle conversazioni giuste. È facile lasciarsi travolgere da tutte le conversazioni su Twitter. Ma come marketer, non dovresti essere coinvolto in ogni singola conversazione – solo quelle giuste.

Utilizza gli strumenti di monitoraggio social appropriati (come la Posta in arrivo social di HubSpot ) per aiutarti a capire quali sono le conversazioni giuste e, quindi, quando partecipi alla conversazione, non commettere l’errore di non ascoltare. Invece di urlare sulla bacheca Twitter e sperare di farti notare, puoi avere le giuste conversazioni con le persone giuste al momento giusto. Quindi, quando un potenziale cliente inizia a confrontarti con un concorrente, un cliente si lamenta o un superfan condivide uno dei tuoi ultimi post sul blog, hai gli strumenti e le conoscenze per essere coinvolto.

Per sapere di più sul mondo dei social media marketing, visita il nostro blog!

Se vuoi saper di più sul nostro mondo, visita Ernesto.it!

sviluppo app web roma centro- bot instagram

Shouting come errore

Translate »