Close
da-grandi-pop
Gennaio 20, 2020
MarketingSocial Media

Come creare i propri filtri Instagram

guida per creare filtri

Volete creare filtri Instagram per il vostro brand? Ora è possibile con Spark AR Studio!

In precedenza, solo i creatori approvati potevano progettare e pubblicare i loro effetti (o filtri AR) su Instagram, rendendolo un hack esclusivo per la crescita.

Ma ora, chiunque può progettare e creare filtri Instagram per il proprio marchio utilizzando Spark AR Studio!

Per aiutarvi, vi guideremo nell’utilizzo di Spark AR Studio e vi daremo i migliori consigli per progettare il vostro primo filtro.

Cos’è Spark AR Studio?

Probabilmente avrete notato i numerosi filtri di Instagram – da sfere d’oro fluttuanti, cornici al neon, le classiche orecchie da cucciolo –  che stanno prendendo il sopravvento nei nostri feed!
In precedenza, questi filtri potevano essere creati e condivisi su Instagram solo da brand o creatori approvati, il che la rendeva una tendenza esclusiva.

Spark AR Studio è lo strumento di Facebook per la costruzione di effetti in realtà aumentata, e, all’inizio di quest’anno ne è stato annunciato il suo spostamento, entro la fine dell’estate, dalla beta chiusa su Instagram.

E quel momento è finalmente arrivato: ora chiunque può creare filtri ed effetti Instagram!
Ciò significa che i filtri AR sono ora un’altra potente risorsa di marketing su Instagram, con più di 1 miliardo di persone che utilizzano un effetto AR che è stato creato sulla piattaforma Spark AR!

Spark AR Studio è uno strumento complesso da utilizzare, soprattutto se si è appena agli inizi nel mondo del visual design e della modellazione 3D. Ma non lasciatevi scoraggiare!

Alcuni dei design più semplici sono spesso i più popolari, e ci sono tonnellate di grandi risorse online e tutorial per aiutarvi nella creazione.

Inoltre, ci sono moltissimi designer di AR di talento con cui puoi lavorare per creare filtri o effetti Instagram Stories per il tuo brand.

Il sito web di Spark AR Studio ha una pagina di partner con una grande lista di produttori di realtà aumentata, creatori e agenzie che puoi contattare e a cui puoi commissionare un progetto.

Oppure potete anche dare un’occhiata a Lenlist – un sito web che raccoglie i migliori effetti di camera (e creatori di effetti) per Facebook, Instagram e Snapchat.

Anche alcuni creatori popolari come Allan Berger, Tomas Posse e Vanessa Dutra offrono servizi per creare effetti speciali per marchi e personaggi influenti!

In questo post del blog, vi guideremo in un primo approccio con Spark AR Studio.

Oppure, se vi avvalete dell’aiuto di un designer, abbiamo alcuni consigli per creare i migliori filtri Instagram Stories!

filtri creare

Come creare filtri Instagram: I migliori consigli e le migliori pratiche

Se avete un po’ di know-how tecnico e di visual design, troverete la navigazione della piattaforma più facile della maggior parte dei navigatori.

Tuttavia, se siete totalmente nuovi al visual design, potete comunque partecipare – ci vorrà solo un po’ più di tempo e di dedizione per imparare le competenze necessarie per capire Spark AR e tutti i suoi fantastici strumenti e caratteristiche!

E chi non ama imparare una nuova abilità, giusto?

Vi indicheremo la giusta direzione per alcuni dei migliori tutorial e guide online in questo post del blog, ma prima di buttarvi in Spark AR, ecco alcuni dei migliori consigli da tenere a mente!

Come creare filtri instagram. Suggerimento n. 1: Pensa al tuo pubblico

Il primo passo per creare un filtro o un effetto Instagram Stories è quello di identificare chi è il vostro target di riferimento e come quest’ultimo utilizzerà il vostro filtro.

La maggior parte dei filtri sono fatti per selfies, ma alcuni hanno effetti speciali o grafiche che si adattano meglio ad un paesaggio o a scatti in città.

Quindi dovete pensare a chi, come e perché qualcuno dovrebbe usare il vostro filtro.

Un esempio è il filtro Kylie Cosmetics  – il marchio è stato uno dei primi a creare filtri AR per Instagram e lo hanno fatto in modo che i seguaci potessero, facendosi un selfie,  “provare” i colori del rossetto della collezione.

Il filtro aveva uno scopo chiaro: quello di promuovere la nuova gamma di prodotti.

Tuttavia, alcuni designer e brand stanno creando filtri al fine di condividere un messaggio o sensibilizzare l’opinione pubblica – come un filtro Pride o un messaggio ambientale particolare.

I creativi dovrebbero chiedersi come il loro filtro li distinguerà dagli altri marchi e cosa vogliono comunicare con un’esperienza AR. Vale la pena spendere tempo a pensare a come, cosa e perché si vuole creare un filtro.

Per coloro che hanno intenzione di affidarsi al lavoro di un designer, è importante che abbiano chiaro il concetto che vogliono comunicare tramite il filtro sin dall’inizio. Questo vi permetterà di risparmiare del tempo nella progettazione e di dedicarvi maggiormente al perfezionamento del vostro filtro Instagram.

Come creare filtri instagram. Suggerimento n. 2: Considera il tuo marchio

Il perfetto filtro Instagram per il vostro brand deve essere in equilibrio tra il vostro marchio e la vostra creatività.

Lo scopo del filtro è quello di essere un ‘regalo’ per i vostri seguaci“, dice la designer e creatrice di effetti AR Vanessa Dutra (@sereiahipster).

Alcuni marchi commettono l’errore di posizionare il loro logo su varie aree del filtro, e questo può rendere le persone un po’ caute nell’usarlo, in quanto promuoverebbero inavvertitamente il marchio“.

Un buon modo per aggirare questo problema è quello di inserire il logo solo sulla miniatura del filtro o di creare una variante del filtro dove il logo è solo un piccolo elemento del disegno complessivo.

Suggerimento: se avete intenzione di creare una serie di filtri, è bene cercare di includere un elemento unificante tra tutti, in modo che possano essere facilmente associati al vostro profilo e al vostro marchio, dice @sereiahipser.

Potreste utilizzare la stessa tavolozza di colori, la stessa tipografia o icone in stile simile per creare un tema in tutti i vostri disegni.

filtri creare 3

Come creare filtri instagram. Suggerimento n. 3: Renderlo dinamico

Alcuni dei migliori filtri AR sono semplici ma dinamici.

Quando state pensando di progettare il vostro filtro, provate a pensare se deve muoversi, cambiare, tracciare un movimento, o se ci sono altre variazioni del vostro filtro tra cui un utente può scegliere.

Come creare filtri instagram. Suggerimento n. 4: Focalizzatevi sull’utente, non sul filtro

Alcuni degli effetti più popolari su Instagram sono utilizzati più volte dallo stesso utente. Affinché questo accada, un effetto AR deve essere messo in secondo pianto e rendere il contenuto, e dunque l’utente, centrale. Quando questo avviene, le persone possono creare qualcosa di completamente nuovo ogni volta che usano il vostro effetto!

Suggerimento: assicuratevi che il vostro design consenta di vedere e riconoscere le espressioni dei vostri utenti. Questo non solo è in linea con le linee guida di Instagram per i filtri AR, ma significa anche che l’utente è facilmente riconoscibile, insieme al vostro filtro di marca.

Come creare i filtri Instagram. Step n.1: Scaricare Spark AR

Pronti a iniziare? Il primo passo è scaricare Spark AR!

Visita questo sito web per scaricare Spark AR sul tuo desktop – dovrai utilizzare il tuo account Facebook per potervi accedere, quindi fai il login con il tuo account personale.
Una volta che Spark AR è stato scaricato, si iniziare ad utilizzare sin da subito. Ma vale la pena prendersi un po’ di tempo nella schermata di benvenuto!

 

Prima di tutto, entrate a far parte della super intuitiva comunità di Facebook di Spark AR!

filtri come creare
Mentre stai imparando le basi, è un ottimo posto per fare domande, trovare ispirazione, o anche contattare i designer per consigli o commissionare progetti!

Tocca il pulsante “Vai alla Community” nell’angolo in basso a destra della pagina di benvenuto per essere indirizzato direttamente nel gruppo.

In seguito, potete dare un’occhiata ad alcuni dei progetti campione su Spark AR – questi sono filtri ed effetti di storie Instagram completati.

Spark AR è tutto spazio, interazioni e creatività. Potrebbe spaventare se non avete mai lavorato con un programma come Cinema 3D o After Effects, ma vi consiglio di iniziare a giocare con gli strumenti – ci sono così tanti modi facili per ottenere grandi risultati!

Lasciate che questi filtri campione e gli effetti agiscano da cassa di risonanza e da ispirazione per il vostro progetto.

filtri spark

Come creare i filtri Instagram. Step n.2: Iniziate ad imparare le competenze AR

Avevamo detto che sarebbe stata un’esperienza di apprendimento!

La realtà aumentata sta diventando sempre più popolare, e la buona notizia è che ci sono così tante grandi risorse online che potete usare per aiutarvi a capire l’AR, conoscere gli strumenti e le caratteristiche di Spark AR e aiutarvi a creare i vostri primi filtri Instagram.

Ecco alcune delle nostre risorse preferite per conoscere Spark AR:

1. Le risorse di Spark AR di Facebook

Nella piattaforma di Facebook sono presenti tonnellate di video educativi, materiali e guide per imparare ad utilizzare Spark AR.

Assicuratevi di passare un po’ di tempo a leggere alcune delle grandi guide di Facebook prima di lanciarvi nel vostro primo progetto – ci sono molti nuovi termini da conoscere, come face mesh, hand tracker e Patch Editor.

CONSIGLIO: Andate alla pagina delle risorse di Spark AR e usate la barra di ricerca per cercare qualsiasi strumento, argomento o caratteristica su cui volete saperne di più.

ricerca filtri su facebook

2. Guarda i tutorial e le guide video di YouTube

Non c’è niente di meglio dell’apprendimento visivo.

Quindi, imparare a conoscere Spark AR può essere molto più facile guardando e seguendo alcune guide per principianti di Spark AR su YouTube.

Iniziate con la playlist di Facebook per sviluppatori su Spark AR.

3. La comunità di Facebook di Spark AR

Ricordate quando abbiamo suggerito di entrare a far parte della comunità di Facebook di Spark AR?

Beh, ora ci tornerà utile!

Non importa quanto grande o piccola sia la domanda, la comunità creativa di Spark AR è piena di designer che sono ansiosi di aiutarvi – quindi, se si incontrano problemi, si può sicuramente inviare una domanda nel gruppo di Facebook.

Inoltre, se vi sentite completamente sopraffatti in questa fase, questo potrebbe essere un ottimo spazio per entrare in contatto con vari professionisti e farvi aiutare nel design!

Come creare i filtri Instagram. Step n.3: Salta nel profondo

Dopo aver letto le guide e le risorse di Spark AR, aver guardato i video tutorial, aver pensato al vostro concetto creativo, siete pronti ad utilizzare Spark AR!

Quando cliccate su “Crea un nuovo progetto” dalla homepage di Spark AR, sarete portati qui:

schermata spark per filtri

Per aiutarvi a prendere confidenza con questa schermata- ecco alcune delle caratteristiche da conoscere:

1. Il Simulatore

simulatore spark filtri

Il simulatore funge da rappresentazione del vostro dispositivo – come un telefono o un tablet. Vi aiuta a vedere in tempo reale come il vostro filtro AR funzionerà e reagirà su un utente.

Spark AR vi fornisce anche alcuni video utente fittizi per testare il vostro filtro.

2. Il Viewport

viewport per filtri

Pensate a questo come al vostro palcoscenico principale – è qui che potete vedere e lavorare con l’effetto che state costruendo.

Dal menu a sinistra dello schermo si può selezionare la Fotocamera – questo farà apparire delle linee blu nella vostra finestra di visualizzazione. Queste linee mostrano dove la telecamera sta puntando e cosa la telecamera può vedere.

Nella parte superiore del Viewport ci sono i Manipolatori – questi possono cambiare la posizione, la scala e la rotazione del vostro oggetto.

3. Il pannello di scena

scene panel filtri instagram

Scene Panel si trova sul lato sinistro dell’interfaccia, e da qui si possono aggiungere gli Oggetti nel filtro o nell’effetto.
Se avete creato i vostri oggetti 3D potete inserirli qui. Nota: la creazione dei propri oggetti 3D è piuttosto tecnica, quindi probabilmente avrete bisogno di un designer che vi aiuti.

Oppure potete scegliere tra una vasta gamma di oggetti 3D già pronti nella biblioteca AR.

Per saperne di più sugli oggetti 3D, cliccate qui.

4. Il pannello delle attività

assets panel filtri instagram

Qui è possibile aggiungere le proprie risorse ad un progetto, oppure creare risorse in Spark AR Studio.
Fare clic su Aggiungi asset per creare asset o aggiungere i propri. Qui è possibile aggiungere texture, materiali, modelli 3D, animazioni e file audio.

5. L’Ispettore

filtri instagram inspector

Sul lato destro del cruscotto di Spark AR si trova l’Ispettore.
Qui è dove è possibile apportare modifiche ai beni o agli oggetti del filtro. Dovrete prima selezionare l’asset o l’oggetto nel Pannello Scena o nel Pannello Attività.

6. L’Editor delle patch e la console

Il Patch Editor è utilizzato per creare effetti con logica, animazione e interattività, senza l’utilizzo di scripting – quindi non è necessario imparare il codice!

E la Console è usata per aggiungere JavaScript al vostro progetto.

Per aprire o chiudere il Patch Editor o la console, fare clic su Visualizza nella barra dei menu e selezionare una delle due opzioni:

  • Mostra/Nascondi Patch Editor.
  • Mostra/Nascondi Console.

Sia il Patch Editor che la Console si apriranno nella parte inferiore dello schermo:

patch editor console per creare filtri

Come creare i filtri Instagram. Step n.4: Esportazione dell’effetto e caricamento su Instagram per l’approvazione

Congratulazioni! Avete creato il vostro primo effetto Instagram!

Ma prima di poter essere condiviso su Instagram, deve passare attraverso un processo di revisione per assicurarsi che soddisfi le politiche e i termini imposti nella piattaforma, così come le linee guida della Comunità di Instagram.

Per prima cosa, esportate il vostro effetto toccando il pulsante Esporta in basso a destra della schermata principale di Spark AR:

spark ar studio filtri step 4

Un file .arexport verrà salvato sul vostro computer. Questo file contiene tutto ciò che serve per far funzionare il vostro effetto nella fotocamera.

Nota: è importante controllare le dimensioni del file quando si esporta un effetto. Gli effetti troppo grandi non saranno approvati da Instagram – le dimensioni dei file non devono superare i 20MB.

Una volta che siete soddisfatti del vostro effetto, inviatelo a Spark AR Hub per la pubblicazione.

filtri instagram pubblicare
Ma ci sono un paio di cose di cui avete bisogno prima di poter finalmente inviare il vostro effetto o filtro Instagram per essere approvato.

Avrete bisogno di:

  • Aver creato un’icona di effetto e scelto un nome per il vostro effetto.
  • Il file .arexport creato quando avete esportato il vostro progetto.
  • Aver controllato che il vostro effetto soddisfi le politiche e le linee guida di Facebook.

Avrete bisogno anche di queste cose per la pubblicazione su Instagram:

  • Un video del vostro effetto utilizzato.
  • Scegliere una categoria per il tuo effetto.
  • Verificare le linee guida extra e le migliori pratiche, per assicurarvi che il vostro effetto sia approvato.

Dopo aver fatto ciò, vai su Spark AR Hub e clicca su Upload Effect in alto a destra.

Seguite le istruzioni sullo schermo per completare la vostra presentazione e questo è tutto!

Il tuo filtro Instagram verrà revisionato.

Di solito ci vogliono un paio di giorni, ma questo processo può richiedere fino ad una settimana – esclusi i fine settimana.

Come creare filtri Instagram. Step n.5: Utilizza, condividi e promuovi i tuoi filtri

In precedenza, si doveva seguire un account per sbloccare il filtro che avevano creato per utilizzarlo da soli – ciò era un grande hack di crescita per i marchi!

Ma ora che i filtri sono aperti a tutti per essere utilizzati, è necessario lavorare sodo per far risaltare il vostro filtro.

Ecco alcuni suggerimenti per promuovere e condividere i vostri filtri Instagram Stories con i vostri seguaci:

1. Aggiungete un link al vostro effetto

Una delle cose migliori per creare il proprio filtro Instagram è che è possibile aggiungere un link al filtro con Instagram Stories.

E non c’è bisogno di più di 10.000 follower per farlo!

Quando lo farete, chiunque visualizzerà la vostra storia sarà portato direttamente al filtro dove potrà provarla su se stesso!

2. Lavora con gli influencer per mostrare l’effetto delle tue storie Instagram

Se avete già una forte comunità di influencer o ambasciatori per il vostro marchio, potete chiedere loro di usare il vostro filtro e condividerlo con il loro pubblico.

Il nome del vostro filtro apparirà nell’angolo in alto a sinistra di un post di storie e sarà facile per le persone provare il vostro filtro.

3. Pubblica un video con il tuo filtro Instagram sul tuo feed

Non lasciate la promozione solo ad Instagram – mettete in mostra il vostro filtro nel vostro feed!

Puoi registrare una storia utilizzando il tuo filtro e poi utilizzare un’applicazione come InShot per ridimensionarla per il tuo feed. Pensate a programmare un post di annuncio nel vostro feed quando il vostro nuovo filtro è stato attivato anche nell’app per creare davvero un po’ di rumore positivo intorno al vostro nuovo effetto!

4. Aggiungete il link di condivisione per il vostro filtro nella vostra bio

Quando il vostro filtro è stato approvato e caricato su Instagram, troverete un link di condivisione nel vostro Spark AR Hub! Potete aggiungere questo link nella vostra biografia, e poi indirizzare i vostri seguaci a controllarlo attraverso le didascalie del vostro post Instagram!

5. Utilizzate il vostro filtro in più modi nelle storie di Instagram

Provate a mostrare in vari modi, come video, boomerang e foto!

È un ottimo modo per mostrare quanto sia versatile il vostro filtro Instagram Stories!

6. Metti tra le storie in evidenza un video con il tuo filtro Instagram

Utilizzate Instagram Highlights per curare una raccolta di tutti i vostri effetti AR in azione.

Può essere un tutorial su come funziona il vostro filtro (questo è particolarmente utile se avete molte opzioni grafiche diverse all’interno di un unico filtro) oppure potete salvare tutti i contenuti UGC dei vostri followers usando il vostro filtro su Highlight.

E questo è tutto – hai fatto un salto nel profondo e hai iniziato a lavorare con Spark AR e hai creato un filtro Instagram!

Anche se è uno strumento tecnico che richiede un po’ di tempo di studio (o un paio di mani professionali) avere un filtro AR per il vostro marchio su Instagram ripaga davvero quando si tratta di far crescere il vostro account e costruire il vostro brand.

 

 

Per maggiori informazioni, passate sul nostro blog.

sviluppo app web roma centro

Translate »