Close
da-grandi-pop
Dicembre 10, 2018
Interviste

#StartupStories | Beentouch

Beentouch Buytron intervista

Questa settimana Buytron presenta il quarto racconto della rubrica #StartupStories, tramite la quale andremo alla scoperta delle migliori Startup italiane. Per questo nuovo speciale capitolo abbiamo intervistato il team di Beentouch.

 

Ecco cosa ci hanno raccontato:

 

Cosa è Beentouch e come vi è venuta questa idea?

Beentouch è un sistema di comunicazione destinato ai mercati emergenti. Per capirci, è come Skype ma funziona anche quando la connessione internet è pessima! L’idea nasce qualche anno fa dall’esigenza di noi fondatori di restare in contatto con tanti amici all’estero o in paesi meno all’avanguardia del nostro. Tre su quattro fondatori proveniamo da Ingegneria Informatica ed è proprio durante il periodo universitario che abbiamo immaginato un mix di tecnologia che ci permettesse di funzionare anche in condizioni estreme. Da lì abbiamo presentato il progetto al TIMWCAP Accelerator, il polo d’innovazione di TIM che supporta le giovani idee imprenditoriali, e abbiamo vinto un grant money da €25.000 e diversi mesi di supporto. Dopo tanta fatica, studio e sviluppo siamo riusciti a tirar fuori il primo prototipo. A distanza di diversi anni siamo disponibili su tutte le piattaforme in modo completamente gratuito!

 

Beentouch Team Buytron

 

Cosa differenzia Beentouch dai principali attori del mercato, come ad esempio Skype, Hangout e FaceTime?

Ci differenziamo per due elementi fondamentali. Da un lato un fattore tecnologico: utilizziamo un mix di tecnologie pubbliche e proprietarie che ottimizzano la comunicazione in base alla rete disponibile. Questo rende possibili ottime chiamate in rete 2G e ottime videochiamate in rete 3G, fluide e performanti. Dall’altro lato abbiamo un fattore distintivo di design: le nostre interfacce e la nostra esperienza utente è progettata appositamente per quelle economie definite mobile-first e mobile-only, ovvero paesi che utilizzano in gran misura dispositivi mobili e che non hanno vissuto la nostra era dei “PC”. Questi due elementi combinati danno vita ad una suite di software che sta dando voce a decine di migliaia di persone nei mercati emergenti.

 

Com’è possibile effettuare videochiamate di qualità con il 3G?

Le videochiamate sono possibili con una connessione 3G in su. A differenza dei software più blasonati, anche con una connessione 3G più “scadente” Beentouch riesce a garantire una fluidità senza pari. Questo fattore diventa fondamentale non solo in ambito privato ma anche in ambito aziendale, in particolar modo per tutte quelle aziende che inviano i propri agenti commerciali in zone remote del loro paese. Queste zone non hanno grande copertura internet e finiscono per diventare zone “d’ombra”, senza possibilità di stabilire alcuna comunicazione digitale. Grazie a Beentouch limitiamo al minimo i casi di assenza totale delle comunicazioni.

 

Beentouch videochiamata

 

Che tipo di interazioni è possibile effettuare?

La suite di prodotti disponibile gratuitamente permette di effettuare chiamate e videochiamate. Ci è stata richiesta la messaggistica più e più volte ma abbiamo preferito concentrarci su poche funzioni ma veramente efficienti. Non è escluso che in futuro allargheremo le funzioni disponibili. La suite per aziende (in uscita a fine 2018) invece integrerà nuove funzioni come la condivisione dello schermo, la registrazione di chiamate e videochiamate e la possibilità di forzare la qualità audio/video. Non vogliamo trasformare Beentouch in un software all-in-one, vogliamo mettere a disposizione una suite semplice ed efficace, dritta al punto.

 

Il vostro team è costantemente al lavoro per sviluppare nuove funzionalità e creare un’esperienza sempre più immersiva per l’utente. Ci potete anticipare qualcosa?

Abbiamo lavorato a lungo a fianco di Huawei per il nostro ingresso nel loro store digitale (AppGallery) facendo sbarcare una versione di Beentouch estremamente performante anche sui dispositivi Huawei. Un’attenzione al dettaglio che ci rende orgogliosi e che pone l’accento sulla qualità che vogliamo per il nostro prodotto. Come anticipato, a fine 2018 lanceremo Beentouch for Business ufficialmente puntando alla Nigeria settentrionale come paese pilota. Sono tante le novità che porteremo nel 2019 ma vogliamo lasciarvi con un pizzico di curiosità.

 

Se vuoi saperne di più sulla storia di Beentouch e su come funziona questa innovativa piattaforma, visita il loro sito web!

 

Continuate a seguire il nostro blog per continuare il viaggio alla scoperta delle aziende del futuro e per rimanere aggiornati su tutti i temi più importanti del mondo Digital!

sviluppo app web roma centro- bot instagram

Riccardo de Bernardinis è nato a Roma nel 1994, ha frequentato molti corsi in città americane tra Miami, Boston, Los Angeles e San Diego. La sua passione per la cultura americana lo ha portato ad iscriversi alla John Cabot, la prima università americana in Italia. Nel 2016 ha lanciato Ernesto.it, una delle principali piattaforme web e Apps nel mercato italiano dei servizi per la casa. Dopo un anno, ha chiuso il primo Round d' investimento con uno dei più importanti imprenditori sudamericani. Nei primi anni di lancio Ernesto è stato selezionato per i più prestigiosi programmi di accelerazione startup dove Riccardo de Bernardinis ha frequentato personalmente incontrando mentor e investitori da ogni parte del mondo. Tra questi, ha frequentato per 3 mesi Plug N Play Tech Center (Cupertino, Silicon Valley), B-Heroes (Milano), Tech Italia Lab (Londra) e Build it Up (Italia). Riccardo ha inoltre fondato Buytron, una prestigiosa software house specializzata in Apps, AI, Piattaforme Web, Branding e servizi digitali. La sua missione è innovare, trasformando l'analogico in digitale.

Translate »